Musicisti in piazza contro i tagli al Fus

Se piove si apriranno le porte del Teatro dell’Opera, altrimenti sarà piazza del Popolo ad ospitare oggi alle 14.30 oltre mille tra musicisti, ballerini e cantanti delle 14 fondazioni liriche italiane, pronti ad esibirsi con tutto il repertorio più amato della lirica e anche a ballare per protestare contro i tagli al Fondo unico per lo spettacolo programmati dalla fFinanziaria. E tra loro, come fu nel 2005, anche Carla Fracci, da qualche anno alla guida del balletto dell’Opera di Roma. Da «Va’ pensiero» a «Nessun dorma», dall’«Inno alla gioia» a Tchaikovsky, senza dimenticare Mameli. È il programma della manifestazione unitaria, organizzata da Cgil, Cisl e Uil e Fisal Cisal. «Il taglio previsto di oltre il 30% delle risorse significa mettere in liquidazione il settore - sottolineano i sindacati - ed evidenzia una chiara volontà di disinteresse per il nostro patrimonio culturale.