Con Mussari l’Abi scende in piazza Fontana

Domani per Milano è una data triste: 41 anni fa in piazza Fontana è esplosa la prima bomba nella catena della strategia della tensione, diciassette morti e più di ottanta feriti negli uffici della Banca Nazionale dell’Agricoltura. Una strage senza colpevoli. E quest’anno a commemorare l’evento, per la prima volta sarà presente il presidente dell’Associazione bancaria italiana, Giuseppe Mussari. In realtà Mussari (foto) è andato in piazza Fontana anche l’anno scorso, ma solo in qualità di presidente di Montepaschi, che controlla la Bna dove è esplosa la bomba. Ma quest’anno ha voluto tornare anche come numero uno dell’Abi, il che rende la cerimonia - organizzata da tutte le sigle sindacali bancarie, da Fiba a Fabi, da Fisac a Uilca - particolarmente solenne.