Mussari: «Mps è vigile sul risiko»

Mps è attento al processo di consolidamento in atto nel sistema bancario italiano ed è pronto a cogliere eventuali opportunità, ma nulla che possa distruggere valore per gli azionisti. Il presidente Giuseppe Mussari ribadisce la linea davanti all’assemblea dei soci che ha approvato la fusione per incorporazione di alcune controllate. «La direzione generale e il consiglio stanno sulla palla. Qui roba che distrugge valore per gli azionisti non se ne fa», ha proseguito Mussari ribadendo che il gruppo è al momento impegnato ad attuare «il piano industriale in modo serrato»: 1,5 miliardi l’utile atteso al 2009. Il consiglio di amministrazione del Monte ha poi approvato lo scorporo delle attività di Mps Finance, che confluiranno in Mps Banca per l’Impresa. Infine, si legge in un comunicato, il board ha deciso di adottare una strategia di «gestione diretta» del segmento key client presso la capogruppo: il modello scelto sarà basato su un approccio consulenziale personalizzato nei confronti del large corporate, delle pmi ad alto potenziale e delle istituzioni finanziarie.