Musso, il candidato che ce la può fare

Caro Massimiliano, forse per Genova è la volta buona. Il professor Musso ha le caratteristiche del «vincente».
Se lo confrontiamo con i candidati della sinistra il suo vantaggio strutturale (competenza, cultura, immagine) è enorme. A questo punto si deve convincere l’elettorato di centrodestra che l’incantesimo si può dissolvere, e che un sindaco non organico alla sinistra di (sotto)potere è possibile.
A proposito vorrei ricordare che il Comune di Genova ha già avuto una giunta di centro destra con il voto determinante della destra sociale nel 1956, la seconda giunta di Vittorio Pertusio, appunto.
Questo dimostra che l’egemonia della sinistra non è una fatalità: se ai genovesi si propone un candidato sindaco di alto profilo la destra vince.
L’elettorato di sinistra è pronto a votare qualunque «autista dell’Amt» (con profondo rispetto per gli autisti e meno per chi ha pronunciato queste famose parole), l’elettorato di centro-destra vota soltanto se gli si propongono candidati credibili.
Nel passato la Cdl ha rovinosamente perso presentando candidati con scarso appeal elettorale. Questa volta grazie all’intervento di Berlusconi abbiamo un candidato che può davvero farcela.
Cordiali saluti.