Musso e Basso per le sale del centro città «Salviamole»

«Abbiamo presentato questa mozione per due ragioni: le difficoltà che stanno incontrando le sale storiche del centro e della periferia cittadina, e il loro importante ruolo di aggregazione». Così Enrico Musso, sentore Pdl e consigliere comunale a Genova del gruppo misto spiega il motivo che lo ha portato a presentare con Emanuele Basso (Fi) un documento in Comune per salvaguardare le sale cinematografiche del centro. «La crisi di queste sale impoverisce la vita culturale cittadina - ricorda Musso-, e ingenera il declino di funzioni e luoghi di tradizionale aggregazione culturale e sociale, contribuendo al degrado e al declino di parti della città».
«La forte concorrenza esercitata dai cinema multisala - chiarisce l'avvocato Emanuele Basso, che ha illustrato la mozione in Consiglio - è certamente un problema per i cinema più piccoli, che, oltre a non proporre un programma altrettanto ampio, non sono in condizione di offrire servizi integrativi alla clientela, come la ristorazione o il parcheggio». La mozione impegna il Sindaco e la Giunta ad individuare «misure utili ad aumentare la fruibilità dell'offerta culturale cinematografica, agendo da un lato sull'accessibilità delle sale (misure sulla circolazione, la sosta, il trasporto pubblico collettivo e di piazza), dall'altro prevedendo incentivi fiscali legati alla qualità e agli investimenti realizzati per la predisposizione di tale offerta culturale».