Musso: «Mi sento escluso, ma tifo Pdl»

Uno sfogo privato, inserito in una mail, che si trasforma in una durissima invettiva pubblica, recapitata a centinaia di destinatari - tra cui il nostro Giornale - con la forza d’urto di una deflagrazione contro «certi politici locali» dell’area moderata: così Enrico Musso, già candidato del centrodestra alle ultime elezioni comunali e tuttora ritenuto fra i papabili per un posto nelle liste del Partito della libertà al futuro parlamento, confessa tutta la sua amarezza e il disagio e, soprattutto, la rabbia (...)