La Mussolini sta con Letizia: «No al manuale Cencelli, ciò che conta è la competenza»

Bene le prime parole di Letizia Moratti sindaco e l’auspicio che la prossima giunta non venga formata con vecchi rituali da Prima Repubblica e il «manuale Cencelli» alla mano. Parola di Azione Sociale, la formazione di cui è segretario nazionale Alessandra Mussolini, già eletta due estati fa al parlamento europeo. Alle ultime elezioni per Palazzo Marino la decisione di correre con una propria lista e di apparentarsi con il candidato sindaco Letizia Moratti. Ieri, subito dopo il discorso d’insediamento, dalla Mussolini arriva la «rivendicazione di un ruolo e la condivisione politica nella scelta della nuova giunta». «Azione sociale - le parole dell’ex esponente di Alleanza nazionale - condivide l’impostazione annunciata dal sindaco Moratti in merito alla scelta della squadra da fare in base alle competenze specifiche e non al “manuale Cencelli”. Ciò risponde a quanto chiesto formalmente con una lettera inviata i giorni scorsi a Letizia Moratti, nella quale Azione sociale rivendica il proprio ruolo nella condivisione politica nella scelta della nuova giunta di Milano. Una condivisione - conclude la Mussolini - che non può non passare attraverso un confronto di fronte al quale siamo pronti e che giovedì intavoleremo con il Sindaco di Milano».