Le musulmane sparite nel nulla

da Londra

Il copione è sempre lo stesso ormai da anni. Partono all’improvviso, i genitori raccontano solitamente di un viaggio all’estero. Ma a scuola o al lavoro non faranno mai più ritorno. Se ne vanno così in circa duecento ogni anno. Le loro tracce si perdono nel nulla e con molta probabilità le si potrebbe ritrovare in qualche Paese islamico, tra le tante vittime del disgustoso rito dei matrimoni combinati. Secondo un recente rapporto del ministero degli Interni britannico è emerso che nella sola Bradford – una città del Nord dell’Inghilterra con una significativa presenza musulmana – scompaiono annualmente un circa duecento ragazze. Nel 2006 i dati ufficiali hanno fatto registrare la sparizione di 250 ragazzine tra i 13 e i 16 anni il cui nome è stato semplicemente cancellato dai registri scolastici. Il comune di Bradford, contattato dai giornalisti dell’Independent, ha contestato i dati del ministero confermando però che anche lo scorso anno 205, tra ragazzi e ragazze, hanno lasciato la scuola per motivi diversi. Secondo un portavoce scolastico 172 sarebbero stati rintracciati altrove, ma altri 33 sugli 89mila che a Bradford sono in età scolare non compaiono invece sul registro scolastico da più di due mesi. E ancora non si è capito se qualcuno si sia disturbato a cercarli.