Musulmani contro ebrei in tv In Gran Bretagna ecco il quiz sulle religioni

da Londra

In quale città britannica è stata costruita la prima moschea del Paese? Quale marchio è stato costretto a ritirare alcuni capi dai suoi negozi israeliani perché confezionati con materiali non kosher? Squadre di musulmani, di ebrei, di cristiani, di indù e di sikh si scontreranno rispondendo a domande come queste nel primo quiz televisivo interreligioso dove britannici di diverse religioni si confronteranno sulla conoscenza delle rispettive fedi.
Il gioco a premi, che si svolgerà in otto puntate e sarà intitolato Faith Off, è in fase di registrazione ed andrà presto in onda sulla rete britannica Islam Channel, un canale televisivo musulmano. A parteciparvi in ogni episodio saranno due squadre di quattro membri ciascuna, rappresentanti di due religioni diverse: musulmani contro ebrei, indù contro cristiani e così via. I concorrenti dovranno rispondere velocemente ad una serie di domande riguardanti diverse fedi, il loro ruolo in vicende di attualità ed il loro rapporto con il mondo e la società. Ai partecipanti verranno anche mostrate immagini sfocate di leader religiosi come il Papa o il Dalai Lama e verrà chiesto loro di riconoscerli. A presentare la serie - che avrà tutte le caratteristiche di un quiz televisivo, dal set colorato al pubblico, fino ai rumorosi bottoni lampeggianti con cui prenotare una risposta - sarà il comico britannico di religione musulmana Jeff Mirza.
Il gioco - sottolinea il suo ideatore, il produttore Abrar Hussain, già creatore di un programma di successo in cui il pubblico è stato chiamato a votare la migliore moschea del Regno Unito - non è stato studiato per i religiosi o i teologi, ma per la gente comune, allo scopo di aumentare tra le varie comunità religiose la conoscenza delle rispettive fedi, promuovendo rapporti positivi ed il rispetto reciproco.