Muti celebra Nino Rota I suoni si fanno immagini

«Ma questo aereo non parte mai?», mormorò contrariato Nino Rota, una volta, immerso in una partitura. «Maestro, scusi - intervenne una signora al posto accanto - stiamo già sorvolando l'oceano». Tanto era amabilmente distratto in tutto ciò che non gli era essenziale, tanto il Maestro era attento a cogliere la vita segreta di quello che lo interessava, i sentimenti, le malinconie, le speranze delle persone, e tanto era rigoroso, coerente, inimitabile nella composizione. Questi due aspetti, fantasia affettuosa ed incantata e perfezione strutturale e strumentale, rifulgono nelle incisioni dirette da Riccardo Muti. Proprio le musiche dai film, quelle che un'avanguardia ufficiale inzuppata di se stessa cercava di squalificare perché non allineate al loro linguaggio grintoso, progressista e solitario, risvegliano nella nostra memoria il mondo di Fellini nella sua tinta inconfondibile, d'un'allegria pudica e struggente. In tre diversi cd, da La strada al Gattopardo.

Riccardo Muti - Musiche da film di Nino Rota - Sony -