Muti dirige l’Academy della musica

da Roma

Tirato per la giacca da tutte le più prestigiose orchestre mondiali, il maestro Riccardo Muti adesso è diventato l’oggetto dei desideri anche dei governi. Il primo a trionfare (con un corteggiamento durato un paio d’anni) è quello di Malta che ha nominato il celebre direttore d’orchestra presidente onorario della neonata Music Academy. Una struttura che si prefigge uno scopo ambizioso quanto elementare: «Fare della musica un concreto veicolo di dialogo e di pace».
L’accademia sarà ospitata nello storico Ospedale Navale di Bighi, in una posizione panoramica di prim’ordine, affacciata sul Grand Harbour di Malta. Uno degli obiettivi della nuova istituzione è poi quello di dare risalto alla dimensione mediterranea della musica. Per la sua peculiare posizione geografica, proprio al centro del Mediterraneo, l’isola di Malta è stata testimone di un singolare incrocio di civiltà e culture e bene si presta a questo scopo.
Per il 2008 sono previsti i primi seminari e Master Class condotti da professori della Filarmonica di Vienna. A settembre di quest’anno, però c’è una interessante iniziativa che serve da apripista per l’attività della Music Academy. Lo stesso Muti dirigerà il 2 e il 5 settembre alla Valletta l’orchestra giovanile Luigi Cherubini per il Don Pasquale di Donizetti e per lo Stabat Mater di Pergolesi e il Salve Regina di Porpora.
Dal 29 agosto poi saranno aperte al pubblico anche tutte le prove dei concerti in modo da dimostrare in modo assolutamente diretto come nasce un’interpretazione musicale e come si armonizza il lavoro di decine di orchestrali.