Muti, «Requiem» con coro giapponese

Per la prima volta un coro tutto giapponese si è cimentato con note di Giuseppe Verdi sotto la direzione di Riccardo Muti, che ha collezionato un altro dei suoi successi a Tokyo con una magistrale interpretazione del Requiem. La sala del Palazzo della cultura di Ueno ha registrato il pieno delle grande occasioni, oltre 2.200 persone, anche se Muti è di casa in Giappone, è legato da grandissima amicizia al collega Seiji Ozawa ed esiste un folto gruppo di suoi fan che la notte scorsa innalzavano un grande striscione tricolore. Muti ha sottolineato i continui progressi dei giapponesi e degli asiatici in genere nella musica classica occidentale.