Mutu non va Emerson vola

JUVENTUS
ABBIATI sv. Dategli comunque il premio-partita.
PESSOTTO 6. Incarna lo spirito operaio migliore della Juve capelliana.
THURAM 7. Come si dice in gergo gioca con la sigaretta in mano: sicuro e puntuale rimpicciolisce ogni rivale che s’azzarda a passare dalle sue parti.
CANNAVARO 6. Con quel partner al fianco, può concedersi persino qualche pausa.
ZAMBROTTA 6. Da segnalare e premiare un colpo di tacco (nel primo tempo) con cui evita uno dei rari contropiedi del Messina.
NEDVED 6. È vero, quello destro non è il suo lato preferito: si applica lo stesso. E poi comincia a tirare dalla distanza che è un piacere (dal 30’ st CHIELLINI sv).
EMERSON 7. Prende l’aereo giusto (charter), si mette alla guida del gioco e non sbaglia quasi niente in una serata non molto complicata.
GIANNICHEDDA 6. Passa inosservato: chissà se è un merito o un difetto per uno che gioca raramente e al posto di Vieira.
MUTU 5.5. Non convince né lascia traccia: sostituito prima dell’ora (dal 12’ st CAMORANESI sv).
DEL PIERO 7. Il suo gioiellino è il sigillo numero 177 della carriera in bianconero: Bettega e Boniperti sono alle viste. Lo stadio lo osanna: è il suo momento magico (dal 37’ st TREZEGUET sv. Un palo e poco più).
IBRAHIMOVIC 6. Ogni palla che arriva dalle sue parti procura grandi attese nel pubblico: e adesso che combina l’artista? Cerca le sue giocate, non sempre gli riescono. Spreca un paio di golletti facili facili.
All. CAPELLO 7. Centellina risorse ed energie con grande sapienza. Comincia a scaldare anche Chiellini.
MESSINA
STORARI 6,5. Un tiro, vero, un gol: la dura legge della Juve.
ZORO 5. Si dispera per l’errore commesso fin quasi alle lacrime (dal 29’ st SCULLI sv).
REZAEI 6,5. Prende qualche misura e tira qualche randellata.
CRISTANTE 6. Gamba o pallone è il suo schema preferito.
ARONICA 6. Dalla sua parte Nedved non sfonda.
COPPOLA 5. Troppo piccolo per vincere qualche duello.
ZANCHI 5. Deve fare da scudo protettivo: viene travolto.
GIAMPÀ 5. Fa appena il solletico a Zambrotta.
D’AGOSTINO 4,5. Fa niente per meritare la fiducia di Mutti (dal 18’ st DI NAPOLI sv).
DONATI 6. Almeno s’impegna, corre, tampona.
ZAMPAGNA 5. Pare un pupazzo al cospetto di Thuram (dal 29’ st Muslimovic sv).
All. MUTTI 5. Ricarichi le batterie della squadra.
Arbitro: BERGONZI 6. Semiesordiente con personalità.