Mutu piede d’oro, Firenze sogna la Uefa

A Eindhoven una doppietta del rumeno affonda il Psv: straordinario calcio di punizione all'incrocio e tiro a giro da fuori area. Ma è tutta la squadra di Prandelli a impressionare. Ora semifinale con i Glasgow Rangers

Eindhoven - Il piede d’oro di Adrian Mutu ha schiantato il Psv Eindhoven e aperto alla Fiorentina le porte della semifinale di coppa Uefa. Ora tocca al Glasgow Rangers (successo 2-0 sullo Sporting Lisbona). Successo bello (secondo in Uefa), sicuro, due gol del rumeno sono stati la sinfonia che ha riscattato il pari (1-1) dell’andata. Mutu è stato re, ma la Fiorentina ha fatto tiro a segno nel primo tempo, giocato a gran ritmo e dispensando calcio qualità. È stato uno show. Il primo gol di Mutu, pennellata potente e precisa, è stato il timbro del giocatore con più personalità e classe: punizione alla destra del portiere. E sono stati sogni. Il gol ha sigillato la pressione viola: Frey, dopo cinque minuti, ha sventato un tiro pericoloso di Koevermans. Gamberini, Pazzini, Montolivo e Santana hanno prodotto repliche che hanno costretto il Psv ad una affannata difesa.

La Fiorentina ha rimandato la resa dei conti nella ripresa. E si è affidata ancora al romeno piedi d’oro. Dopo otto minuti Pazzini in contropiede, ma paralizzato davanti al portiere: tiro, respinta, da fuori ancora Mutu con il suo sinistro d’autore ha replicato la bellezza del primo gol. E con questo sono sei in coppa. Invece Pazzini si è visto perfino annullare un gol per fuorigioco. Poi c’è stato sapore di tripletta quando Montolivo ha sfruttato una maldestra uscita di Gomes: pallonetto, ma lo schiaffetto finale del portiere ha mandato palla sulla traversa. E Frey ha tenuto botta, respingendo un rigore (fallo di Ujfalusi su Lazovic) sparato centralmente da Simons.
Passa anche il Bayern Monaco, dopo una rocambolesca sfida con il Getafe in Spagna: indietro 3-1 nei supplementari, recupera negli ultimi 4 minuti con due gol di Toni. In semifinale affronterà lo Zenit Pietroburgo (sconfitto 1-0 dal Leverkusen).