Mutui: la carica degli «over 60»

Su mutui.it oltre 15mila preventivi compilati da ultrasessantenni alla ricerca della prima casa, di un'opportunità di investimento e anche di liquidità.

ROMA - Il 3% dei preventivi di finanziamento compilati su mutui.it è riconducibile a cittadini con più di 60 anni. Ciò significa che sono state circa 15mila le richieste di mutuo provenienti da persone in questa fascia di età.
L'analisi spiega anche che il 41% degli over 60 che chiedono un mutuo lo fa per acquistare la prima casa. Indipendentemente dalle finalità, ai richiedenti occorre in media un finanziamento di 118mila euro (equivalente al 44,8% del valore dell'immobile).
Nel 56,4% dei casi gli ultrasessantenni preferiscono il tasso fisso, il loro impegno con la banca durerà 12 anni e l'età media a cui accendono il finanziamento è 65 anni. C'è anche chi, giunto all'età della quiescenza, decide di regalarsi un «buen retiro» o di fare un investimento che tornerá utile per sé o per i figli. Il 25% delle richieste di mutuo compilate da chi ha già raggiunto i 60 anni è infatti relativo all'acquisto di una seconda casa.
Il rovescio della medaglia è che, accanto a questo quadro essenzialmente positivo rappresentato da una fascia di popolazione con buon potere d'acquisto, risparmi da spendere e prospettive di vita lunga, ci sono anche persone che scelgono di ipotecare la propria abitazione per ottenere nuova liquidità. La percentuale media del 3%, in questo caso, arriva a raddoppiare: gli over 60 rappresentano ben il 6% di tutti gli italiani che, oggi, richiedono un mutuo liquidità e, nella loro fascia d'età, la finalitá legata all'ottenimento di liquidità rappresenta l'8% del totale.