Mutui casa, ancora record: a luglio sopra al 6%

Continua la scalata dei prestiti per l'acquisto delle abitazioni: a luglio il Taeg ha superato la soglia del 6%, superando il 5,98% di giugno. Crescita maggiore per i mutui sopra i 10 anni. Secondo i dati di Bankitalia si tratta del record dall'agosto 2002

Roma - Mutui sempre più cari: crescita continua per i tassi d’interesse bancari per i prestiti alle famiglie per comprare un’abitazione. Secondo il supplemento al bollettino statistico della Banca d’Italia sugli indicatori monetari e finanziari, a luglio il Taeg (tasso annuo effettivo globale) applicato ai nuovi mutui ha superato la soglia del 6%, arrivando al 6,07%, dopo essere salito al 5,98% a giugno. È il livello più alto dall'agosto 002. È cresciuto anche il volume dei prestiti di oltre 5 anni per l’acquisto di abitazioni, arrivato a luglio a 253,957 miliardi di euro dopo i 251,877 miliardi di giugno. È in ascesa, aggiunge Bankitalia, anche l’andamento del tasso d’interesse medio applicato ai nuovi mutui: a luglio si è attestato al 5,92%, dopo il 5,84% di giugno e il 5,75% di maggio; solo a luglio dell’anno scorso il tasso era al 5,60%. In particolare, per i nuovi mutui con durata superiore a 10 anni il tasso ha sfondato la soglia del 6%, raggiungendo il 6,08% dopo il 5,99% di giugno e il 5,90% di maggio.