Mutui casa, vera difficoltà per le famiglie

513 istanze accettate su 1.300 richieste, questi i numeri del 2007 per il difensore civico della Provincia di Genova che segna un incremento del 10% rispetto all’anno precedente. La prima causa di difficoltà per le famiglie liguri, in base alle denuncie raccolte da Pietro Gambolato, difensore civico della Provincia, sono i mutui da pagare: «lo testimonia il fatto che a rivolgersi a noi sono famiglie anche benestanti». Gambolato è tornato ad attaccare la gestione di Equitalia (società pubblica, al 51% della Agenzia delle Entrare, al 49% Inps) perché agisce in maniera esageratamente rigida. Tra le proposte di Gambolato per il futuro, quella di innalzare ad 8.000 euro la soglia al di sotto della quale non si può procedere ad iscrizione ipotecaria dell’abitazione e stabilire una soglia al di sotto della quale non si possa procedere alla trattenuta di un quinto dello stipendio o della pensione.
Gambolato propone anche la nascita di una «Casa della Difesa Civica»: un unico punto che possa accorpare i difensori civici di Regione, Provincia e Comune: «Potremmo così essere più forti nel sollevare i problemi, risolverli e fare da mediatori tra cittadino e amministrazioni».