Mutui d’oro, meglio gli affitti In città si risparmia fino al 37%

L’impennata dei tassi d’interesse rende poco conveniente comprare casa. Ecco quanto si spende da Porta Genova a Lambrate

L’acquisto della casa resta una delle forme d’investimento più gettonate dagli italiani. Ma con i tassi d’interesse in crescita, il potere d'acquisto dei salari in calo e un mercato immobiliare che non dà segni di cedimento diventa sempre più conveniente restare in affitto. In Lombardia, almeno, affittare un appartamento oggi è sinonimo di risparmio: in media il 32,8% in meno rispetto alla rata del mutuo. Monetizzando, si parla di oltre 470 euro al mese, quanto l'importo di una pensione minima. Uno scarto che arriva al 37% a Milano.
I dati emergono da un'indagine della divisione studi del sito di annunci immobiliari www.idealista.it condotta su un campione di 68 case presenti nel database del portale. La comparazione dei prezzi è stata fatta rapportando l’affitto mensile dell’immobile alla rata di mutuo ventennale che servirebbe per comperarlo e la rata stessa calcolata sulla base dell'attuale euribor più lo 0,5% di margine per il ricarico che la banca aggiunge al tasso di base.
Nel capoluogo la forbice varia da un minimo del 6,9% per un appartamento di 28 metri quadrati in zona Tibaldi-Ravizza al 56,7% per un primo piano in zona Navigli-Porta Genova. Qui, per esempio, un appartamento di 80 metri quadrati costa un affitto mensile di 1.250 euro contro i 2.886 di una rata del mutuo (prezzo di mercato dell’appartamento, 430mila euro). Solo per fare qualche altro esempio, un bilocale di 50 metri quadrati in zona Porta Venezia-Città Studi-Lambrate, venduto a 220mila euro, comporta una rata di 1.477 euro, mentre per affittarlo occorrono 950 euro al mese, pari al 35,7% in meno. Lo scarto cresce in modo esponenziale all’aumentare del valore dell'immobile. E così si può arrivare a risparmiare anche il 52% per una casa di 130 metri quadrati in via Eustachi del valore di 620mila euro, pagando per l’affitto 2mila euro contro gli oltre 4.400 della rata del mutuo.
La musica non cambia spostandosi nelle altre province della regione. Ovunque scegliere l'affitto significa risparmiare: quasi il 24% a Bergamo, il 19,3% a Como, il 40% a Pavia, il 42,7% nella richiestissima Monza. Se poi volete fare il colpo grosso, potete affittare un appartamento a Valbondione, in provincia di Bergamo. Certo, dovrete accontentarvi di 40 metri quadrati, mettere in conto di aumentare le vostre spese di trasporto e, se lavorate nel capoluogo, risulta un po’ fuori mano. Ma in cambio, con 500 euro al mese, potrete assicurarvi un risparmio del 98% e sarete immersi nel magnifico paesaggio montano delle Alpi Orobie.