Mutui: Federal reserve pronta a nuovi ritocchi

La banca centrale americana è intervenuta
nuovamente sui mercati, immettendo nel sistema finanziario statunitense
un’ulteriore extra liquidità pari a 3,75 miliardi di dollari. La Bce: "Troppo presto per dire se la crisi dei mercati è scongiurata"

New York - La Federal Reserve è pronta a prendere ulteriori misure per migliorare le condizioni della liquidità, incluso il taglio dei tassi, ma non è allarmata dalla volatilità del mercato. È quanto si legge in un articolo su Market News International che cita fonti interne alla banca centrale Usa secondo le quali è difficile dire «quanto tempo ci vorrà per ottenere che i mercati finanziari funzionino di nuovo normalmente».

La Federal Reserve è intervenuta nuovamente sui mercati, annunciando di aver immesso nel sistema finanziario statunitense un’ulteriore extra liquidità del valore di 3,75 miliardi di dollari. La Banca Centrale americana aveva immesso ieri liquidità per 3,5 miliardi di dollari, mentre la scorsa settimana le «iniziezioni» nel sistema erano state pari a quasi 120 miliardi di dollari. Gli investitori si interrogano ora sulle prossime mosse della Fed, che venerdì scorso aveva tagliato il tasso di sconto di mezzo punto percentuale dal 6,25% al 5,75 per cento.

La Bce: "Presto per dire se la crisi è scongiurata" "E' ancora troppo presto per dire se la crisi dei mercati finanziari innescata dai mutui subprime americani può dirsi superata. E' necessario aspettare ancora almeno l’inizio della prossima settimana per avere un quadro più nitido della situazione». è quanto riferiscono a radiocor autorevoli fonti della banca centrale europea. Il mercato monetario, spiegano le stesse fonti, "per periodi superiori alla settimana è troppo sottile per dare un’adeguata visibilità" anche alle autorità monetarie.