«Mutui, nulla da cambiare in Germania»

Il rischio per Unicredit è più nella sostenibilità dei profitti che nella potenziale perdita legata alle perdite dovute ai mutui subprime. Morgan Stanley ha concluso così un report dedicato a Unicredit. A piazza Cordusio viene assegnato un rating «equal weight» con un prezzo obiettivo a 8 euro rispetto ai 6,31 cui ha chiuso ieri (+0,4%). Sul tema è intervenuto ieri l’ad Alessandro Profumo in un’intervista: «La crisi dei mutui non cambia le strategie di UniCredit anche in Germania. Secondo Profumo la crisi dei subprime «con molta probabilità non rappresenta un fenomeno di breve termine». Da registrare infine le dichiarazioni del presidente dell’Antitrust Antonio Catricalà: «Il fatto che Unicredit non presenterà controdeduzioni alle osservazioni dell’Antitrust sulla fusione con Capitalia non dovrebbe accelerare più di tanto i tempi dell’istruttoria».