Mutui, da oggi è possibile la rinegoziazione

Rinegoziare la rata del mutuo: da oggi si può. Scade infatti il termine fissato dalla convenzione siglata in maggio da Abi e ministero dell’Economia entro cui le banche devono inviare ai propri clienti - che avranno tre mesi di tempo per decidere - una lettera con i termini dell’offerta, prospettando anche tutte le diverse opzioni che consentono una possibilità di risparmio, come la surroga (spostare il prestito in un’altra banca a condizioni migliori) o la sostituzione del mutuo con uno nuovo acceso presso un altro istituto. Sono oltre un milione gli italiani che hanno contratto un mutuo a tasso variabile entro il 28 maggio 2008. Finora l’accordo poteva contare sull’adesione di oltre 300 banche, pari al 90 per cento del settore in termini di sportelli. Nell’ambito della rinegoziazione, però, non si fa riferimento alle assicurazioni per la vita legate al prestito. Proprio per fare luce su questo aspetto l’Isvap ha avviato un’indagine sui prodotti assicurativi vita o danni legati ai mutui, richiedendo alle compagnie di predisporre una relazione entro il 20 settembre prossimo.