Muziki Afrika, due giorni di canti alla riscoperta delle tradizioni

I quindici componenti del gruppo keniota in giro per l’Italia con messaggi di pace

L’Africa sbarca a Milano: sulle rive dell’Idroscalo, per la precisione: Oggi e domani (ore 17.30) allo Spazio Tribune Idroscalo in Festa dedica il suo palcoscenico alla cultura africana attraverso le danze e i canti tradizionali del Muziki Afrika Entertainment Group, che si occupa di danze tradizionali, canti e teatro, ed è nato per fare rinascere e mantenere vivi i canti e le danze tradizionali africani.
Un viaggio per conoscere, parlare e riflettere in modo positivo sull'Africa, dunque. La tradizione africana, la sua musica, le sue danze verranno portate in alcune piazze d'Italia dal gruppo Nafsi Africa.
Lo spettacolo è una rappresentazione della risoluzione dei conflitti attraverso un messaggio di pace, è parte integrante del progetto di cooperazione internazionale Muziki, le cui finalità sono: promuovere la cooperazione internazionale attraverso un'attività d'intercultura musicale tra Kenya e Italia, promuovere il turismo responsabile, incentivare viaggi di ragazzi italiani in Kenya in veste di osservatori partecipativi.
Ideato e realizzato da Piero Pezzoni (project manager di musica e cultura) e Mino Spreafico (formatore ed esperto di cooperazione internazionale) con Africa Peace Point (Nairobi) e in collaborazione con La Goccia Onlus.
Sul palco quindici artisti tra percussionisti, cantanti, acrobati, e danzatori di età compresa tra i 16 e i 30 anni. I Nafsi Africa nascono nel 1998 all'interno del «Kivuli Street Children Project» di Nairobi, fondato dal missionario comboniano Padre Renato Kizito Sesana e sostenuto dalla Ong italiana Amani.