«My Way», la rivoluzione adesso tocca l'infomobilità

Evitare di restare imbottigliati in una coda. Rimandare la partenza o cercare percorsi alternativi se le condizioni meteorologiche sono avverse. Da questa settimana viaggiare ed essere aggiornati in tempo reale sulla viabilità autostradale e nelle grandi città sarà ancora più facile perché dal 2 dicembre è partito My Way, il servizio di informazione sul traffico in partnership tra Autostrade per l'Italia e Sky. Da lunedì sscorso (dalle 7 alle 22) sul canale Sky Meteo24 vanno in onda collegamenti ogni 30 minuti dalla sede di Autostrade per l'Italia. Sono previste, inoltre, dirette televisive con Sky Tg24 tutti i venerdì nelle edizioni delle 8, delle 12 e delle 19 e la domenica pomeriggio durante i telegiornali delle 17 e delle 19.
In caso di emergenze meteo o traffico saranno effettuati collegamenti in diretta con aggiornamenti costanti e puntuali sulle situazioni critiche. Autostrade per l'Italia, infatti, ha acquisito una leadership nel settore dell'infoviabilità grazie a una rete molto estesa di centri informativi attivi 24 ore su 24, 365 giorni all'anno e distribuiti su tutto il territorio nazionale. I nove centri radio delle Direzioni di tronco raccolgono e aggiornano continuamente i dati rilevati da oltre 1.000 telecamere, dagli operatori su strada, dalle pattuglie della Polizia stradale e dalle segnalazioni dei clienti inviandole con l'ausilio di piattaforme informatiche specifiche al Centro multimediale di Roma che si occupa della diffusione delle informazioni sul traffico. I dati sul traffico nelle città saranno raccolti dagli 1,5 milioni di sensori mobili di Infoblu. Nel quartier generale di Autostrade per l'Italia le informazioni vengono «convogliate» verso tutti i canali di comunicazione. My Way, diretta da Francesco Delzio, completa l'offerta televisiva non solo perché si tratta di una finestra informativa real time a cadenza costante che si apre su un canale «verticale» nell'arco di tutta la giornata (su Canale 5 e La7 gli spazi dedicati sono programmati di mattina e nel fine settimana), ma anche perché sarà la stessa società guidata da Giovanni Castellucci a modulare gli interventi e a definire il palinsesto (anche con l'ausilio di spettacolari grafiche in tre dimensioni) a seconda della gravità delle situazioni. La tv, a sua volta, completa l'offerta multimediale di Autostrade per l'Italia. Che parte dalla tradizionale presenza radiofonica su Rtl 102.5 (28 appuntamenti quotidiani) e su Rai Isoradio 103.3, il canale completamente dedicato alla viabilità. È stato recentemente rinnovato per 10 anni il contratto con la Rai. L'accordo prevede un potenziamento del segnale radio lungo le autostrade e l'arricchimento del palinsesto con nuovi contenuti legati al turismo, alla valorizzazione dei territori e alla sicurezza stradale. La presenza che poi si declina anche su Internet con il sito www.autostrade.it (i collegamenti di My Way saranno visibili anche in streaming) e con Viaradio Digital, la radio digitale di viabilità e meteo. Occorre comunque ricordare come le stesse autostrade siano state «trasformate», con il passare degli anni, in un mezzo di informazione.
In primo luogo, con i circa 1.300 pannelli a messaggio variabile che trasmettono informazioni «tecniche» come incidenti, cantieri, code e rallentamenti, tempi di percorrenza ed eventi meteo. Bisogna poi aggiungere gli oltre 60 punti informativi Hi Point e i 180 maxischermi che portano in tempo reale nelle aree di servizio le informazioni su viabilità e meteo.