Nadal soffre Murray lo porta al quinto set

da Melbourne

Vita dura per Rafael Nadal agli Australian Open. Lo spagnolo, specialista della terra e testa di serie numero due, ha rischiato di uscire negli ottavi di finale contro lo scozzese Andy Murray, uno dei giovani emergenti del panorama tennistico mondiale. Che per Nadal sarebbe stata dura era ipotizzabile, ma forse non si pensava che sarebbe stato costretto a lottare fino al quinto set quando, dopo 3 ore e 51 minuti di partita, il britannico è crollato.
Murray ha vinto il primo set al tie-break dopo aver salvato un set point, ha subito la rimonta di Nadal nel secondo (6-4) ma si è portato nuovamente a condurre vincendo il terzo per 6-4. A quel punto lo scozzese ha cominciato a crederci, si è guadagnato la bellezza di 5 palle break, ma non ha saputo sfruttare l'occasione. Così Nadal ha evitato il colpo del ko e, con tutta la grinta che lo contraddistingue, ha vinto il set 6-3.
Stesso copione nel parziale decisivo. Lo spagnolo ha lasciato per strada 5 possibilità a Murray per prendergli il servizio senza ricevere la giusta punizione. E quando è stato lo scozzese a concedere qualcosa, Nadal non ha esitato chiudendo nettamente con un 6-1 che non rende giustizia alla super partita di Murray.
L’avversario di Nadal nei quarti sarà l’outsider cileno Fernando Gonzalez (7-5, 6-4, 7-6 sullo statunitense James Blake), mentre Federer dovrà vedersela con lo spagnolo Robredo, vincente sul francese Gasquet con il punteggio di 6-4, 6-2, 3-6, 6-4. Accedono al turno successivo anche il tedesco Haas (4-6, 6-3, 6-2, 6-3 sull'argentino Nalbandian) e il russo Davydenko che ha superato il ceco Berdych (5-7, 6-4, 6-1, 7-6 il punteggio finale). Un ingresso alle semifinali passerà infine per il derby americano tra Mardy Fish e Andy Roddick, vincenti rispettivamente sullo spagnolo Ferrer e sul croato Ancic.
Tra le donne si incroceranno invece ai quarti le strade della rediviva Serena Williams (6-3, 6-2 ai danni della serba Jankovic) e della sorprendente israeliana Peer (6-4, 6-2 alla Kuznetsova, numero tre del torneo). Vincono la Hingis sulla cinese Na Li (4-6, 6-3, 6-0) e la Clijsters sulla slovacca Daniela Hantuchova (6-1, 7-5). Completano il tabellone dei quarti le sfide Sharapova-Chakvetadze e Vaidisova-Safarova.