Nan (Fi) contesta i tagli ai treni regionali

,

Le soluzioni proposte dalle Ferrovie per risolvere i problemi dei treni e i disagi dei pendolari liguri non piacciono a tutti. Le idee portate dalla Regione ad associazioni di utenti, sindacati e consumatori iniziano a raccogliere le prime critiche. A non incontrare il consenso sono soprattutto gli annunciati tagli al trasporto locale. L’onorevole Enrico Nan è intervenuto presso la direzione nazionale e regionale di Trenitalia, per porre l’attenzione sul nuovo orario che entrerà in vigore dall’11 dicembre, escludendo le fermate di treni interregionali da località turistiche del ponente savonese.
«Il nuovo orario che andrà in vigore tra un mese prevede l’eliminazione di tutti i treni interregionali che attualmente, e da sempre, collegano le maggiori località turistiche, come Pietra Ligure, Loano, Spotorno con Milano, Torino, Roma e Venezia - attacca Nan -. Oltre ai tanti pendolari di queste zone che quotidianamente usufruiscono di questi treni per lavoro e studio, il disservizio penalizzerà la nostra utenza turistica, proveniente dalle località del Nord e Centro Italia. Mi auguro che le Ferrovie trovino il modo di ripristinare le fermate di questi treni in queste località turistiche».