Dalla, Nannini, Jovanotti e Bocelli La musica ricorda il grande Faber

MilanoDi sicuro la signora Rossana che l’altro ieri ha scritto al Giornale una bella lettera, non si perderà stasera lo specialone dedicato al decennale della morte di Fabrizio De Andrè, scomparso esattamente dieci anni, l’11 gennaio 1998, a 59 anni. La signora Rossana sa che a mandarlo in onda è un presentatore dichiaratamente di sinistra, Fabio Fazio, ma, come scrive nella sua missiva, «non mi perderei nessuno programma pur sapendo che genereranno in me indignazione» perché «si sente, di nuovo, parlare di lui come di un comunista», mentre «lui è di tutti». A giudicare dal cast messo insieme dalla trasmissione, questa volta sembra che la politica non entri per nulla. Basta scorrere i nomi. Per ricordare Faber - su Raitre a Che tempo che fa dalle 20,10 a mezzanotte - in studio ci saranno: Lucio Dalla, Gianna Nannini, Franco Battiato, Antonella Ruggiero, Andrea Bocelli, Vinicio Capossela, Nicola Piovani, Eugenio Finardi, Samuele Bersani, Piero Pelù, Edoardo Bennato, Massimo Bubola, Tiziano Ferro e Ivano Fossati. In collegamento da alcuni dei luoghi simbolo della vita e dell’opera del poeta-cantante: Jovanotti che sarà al cimitero di Spoon River (a Lewiston, Illinois); Roberto Vecchioni dalla scuola «Fabrizio De Andrè» di Peschiera Borromeo; Cristiano De Andrè e Mauro Pagani dal Porto Antico di Genova; la Pfm dal Teatro «F. De Andrè» di Casalgrande (Reggio Emilia); Giovanna Zucconi dal Centro Studi «Fabrizio de Andrè» dell’Università di Siena. Insomma per ricordare il grande Faber, Fazio ha chiamato a raccolta tutti i grandi nomi della canzone italiana. «Un appuntamento più emotivo che televisivo», sottolinea il presentatore, cresciuto respirando la stessa aria di mare del cantante. A raccontare il rapporto tra il più rimpianto dei cantautori e Genova, è stato chiamato anche Renzo Piano con un’intervista che farà da prologo alla trasmissione condotta con Dori Ghezzi.
Lo show sarà un susseguirsi di ricordi e reinterpretazioni da parte delle star delle canzoni più belle e più amate del genovese, ma nessuno spezzone di immagini tv con i suoi concerti. La voce calda e inconfondibile di Faber si ascolterà, in un solo momento della serata, tra le 22.40 e le 22.50 con Amore che vieni e amore che vai, che sarà trasmessa in contemporanea, nella sua versione originale, da 300 emittenti radio. Mentre in studio le note della canzone saranno accompagnate da immagini in diretta delle città italiane, «sorta di simbolico abbraccio». In studio, con il conduttore e Dori Ghezzi, Antonio Albanese e Luciana Littizzetto che insieme a Lalla Pisano leggerà le parole di Le Nuvole. La confezione musicale della serata è affidata a Mark Harris, musicista di lungo corso e collaboratore di De André, come la maggior parte dei componenti della house band. «Degli infiniti modi possibili per raccontare Fabrizio ho scelto quello che mi è sembrato più opportuno - ha spiegato Fazio - far accompagnare le esibizioni degli artisti da riflessioni che nascono proprio dai temi tipici delle sue canzoni, la guerra, l’amore, gli umili, Genova, il mare, la religiosità, così da formare alla fine della serata una sorta di piccolo vocabolario di De Andrè ad uso e consumo di tutti noi».