Naomi rischia l’arresto

Non si è presentata l’altro giorno in tribunale a Manhattan per rispondere alle accuse di aver aggredito la sua governante. Ora, Naomi Campbell rischia di finire in cella: il giudice ha avvisato l’avvocato difensore che, se la modella non si presenterà alla prossima udienza, ne ordinerà l’arresto. La Venere nera, 36 anni, è accusata di aggressione di secondo grado: rischia fino a sette anni. L’accusa è di aver lanciato un cellulare contro la governante, Ana Scolavino, colpendola alla testa. «È assolutamente obbligata ad apparire alla prossima udienza o sarà emesso un mandato di arresto», ha detto il magistrato al difensore David Breitbart, aggiornando il caso al prossimo 15 novembre. Breitbart ha rifiutato di spiegare perché la Campbell non si sia presentata, dicendo che «ha diritto alla privacy».