Naomi sputa a un poliziotto: arrestata

Lite per i bagagli nell’aeroporto londinese di Heathrow, la top model dà in escandescenze. Un anno fa fu condannata a cinque giorni di lavori socialmente
utili per aver lanciato un telefonino contro la sua cameriera

Londra - Il traffico impazzito dell'aeroporto di Heathrow ha fatto vedere i sorci verdi a molti passeggeri in questi giorni. Figuriamoci se non faceva infuriare una peperina come Naomi Campbell. Le sue scenate tempestose nei confronti di cameriere e segretarie hanno fatto storia. Ebbene sembra che la pantera nera, come viene chiamata per la sua indomita bellezza in passerella, abbia colpito di nuovo e forse non solo metaforicamente. Fatto sta che ieri pomeriggio la top-model di 37 anni è stata arrestata all'aeroporto londinese perché sospettata di aver aggredito un poliziotto.

Naomi è stata fermata a bordo di un jet della British Airways e portata via dagli agenti. Secondo fonti riportate dal quotidiano Daily Mail la Campbell si era imbarcata su un volo delle quattro che avrebbe dovuto riportarla a Los Angeles dove però non è mai arrivata. In base alle testimonianze di alcuni passeggeri sembra infatti che la modella abbia subito iniziato a comportarsi in maniera aggressiva con lo staff di bordo, molto probabilmente a causa di una disputa sui bagagli. Undici minuti dopo le cinque la polizia era già stata allertata in seguito ad un problema al terminal 5 di Heathrow. Poco dopo un portavoce di Scotland Yard aveva confermato che «nel pomeriggio la polizia aveva fatto scendere un passeggero da un volo della British Airways».

L'aereo era potuto partire per Los Angeles circa un'ora e mezzo dopo che tutte le valigie di Naomi erano state scaricate. La ragazza di Streatham non è affatto nuova a simili intemperanze. Molti la ricorderanno un anno fa, quando fu condannata a cinque giorni di lavori socialmente utili per aver lanciato un telefonino contro la sua cameriera. Ogni giorno si recò a spazzare il pavimento di un parcheggio pubblico di New York agghindata come per un provino fotografico. Evidentemente il corso per controllare la rabbia che aveva dovuto frequentare nel 2000 dopo aver ammesso di aver aggredito la sua assistente personale Georgina Galanis non era servito a molto.