Napoli, agguato di camorra: un morto

Napoli - Non si ferma la scia di sangue della camorra. Oggi si registra un agguato a Sant'Antimo. E' stato ucciso Antonio Guiscardo, 22 anni, già noto alle forze dell'ordine per reati di droga. Il giovane è stato colpito da diversi colpi di pistola. Un ambito, quello della droga, verso il quale si stanno orientando le prime indagini condotte dai carabinieri della compagnia di Giugliano. Guiscardo aveva parcheggiato l'auto in via Matilde Serao quando sono arrivati due sicari che hanno fuoco con due pistole esplodendo una quindicina di proiettili. Il 22enne è morto sul colpo. È successo intorno alle 8,15, ma non ci sarebbero testimoni. Guiscardo, indagato in passato per detenzione e spaccio i droga, si stava recando al lavoro in una ditta di ricariche di ossigeno, proprio in via Matilde Serao. Guiscardo è stato poi trasportato al poco distante ospedale di Aversa (Caserta), dove è morto.

Con l'omicidio di Antonio Guiscardo è salito a 31 il numero degli omicidi compiuti a Napoli dall'inizio dell'anno. Nel giro di 12 ore, due uomini sono stati uccisi: prima di Guiscardo, Vincenzo Uccello, massacrato ieri sera dai sicari, intorno alle ore 20, nel rione Sanità. In questo "marzo nero" napoletano sono già 15 gli omicidi, di cui 12 in appena 14 giorni.