Napoli, bimbo abbandonato in ospedale

Il bambino, sui tre o quattro anni, è affetto da una forma
di disabiltà. E' stato abbandonato ieri sera, poco prima delle 20.30, nell'ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore: è già gara di solidarietà

Napoli - "Le sue condizioni non sono preoccupanti, ma certamente è un bimbo che va seguito con attenzione". Leopoldo Ponticiello, primario del reparto di pediatria dell’ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore (Napoli) così riferisce delle condizioni del piccolo trovato abbandonato ieri sera poco prima delle 20.30 all’interno dello stesso ospedale. Il bambino, secondo le prime indagini mediche, è affetto da una forma di disabiltà. Il piccolo, di carnagione chiara, ha un’età intorno ai 3-4 anni. Nella notte lo hanno assistito amorevolmente gli infermieri in servizio nello stesso reparto.

"Il piccolo sorride quando qualcuno pronuncia la parola mamma", riferisce ancora il dottor Ponticiello. Lo stesso medico ha già mobilitato l’assistente spirituale dell’ospedale e i volontari dell’Avo per garantire la presenza di un adulto accanto al bambino. "Il bambino è stato sistemato in una cameretta con due letti - riferisce ancora il medico - per garantirgli anche una maggiore tranquillità".

La scorsa notte sono stati eseguiti tutti gli esami clinici necessari, dai quali emerge che le condizioni del piccolo non sono preoccupanti ma che è necessario seguirlo con attenzione. Il bambino, presumibilmente uno straniero, viene chiamato da tutti con il nome di Giovanni, in onore a San Giovanni di Dio al quale è dedicato l’ospedale. In mattinata, nello stesso presidio sono giunte alcune donne che volevano essere accanto al piccolo, per portare la loro solidarietà.

"Capisco questi segni di attenzione ma certamente faremo entrare nel reparto solo le persone autorizzate", conclude il dottore Ponticiello. Intanto proseguono le indagini da parte del locale commissariato di Polizia per accertare chi abbia abbandonato il piccolo. Al momento si stanno visionando anche i filmati ripresi dal sistema di videosorveglianza installato all’interno dello stesso ospedale. Il piccolo è stato trovato nei pressi di un laboratorio di analisi da un infermiere del pronto soccorso.