Napoli, il calcio «sfratta» la processione del corpus Domini

La partita di calcio Genoa-Napoli modifica anche il calendario liturgico del capoluogo partenopeo e fa variare la data di celebrazione del Corpus Domini. È stata anticipata a sabato prossimo la processione diocesana di Napoli, guidata dall’arcivescovo Crescenzio Sepe, inizialmente in programma domenica 10 giugno. La curia partenopea, infatti, ha ritenuto opportuno, vista la concomitanza della processione con l’ultima partita di campionato di calcio di serie B, il cambio di giorno, in previsione della possibile festa dei tifosi napoletani per le strade della città. «Rischiavamo di non far capire che processione era, se quella del Corpus Domini o dei tifosi del Napoli - ha ironizzato il cardinale Sepe -. Meglio rispettare le esigenze di ognuno». La concelebrazione eucaristica è fissata per le 18 nella chiesa parrocchiale di Santa Maria della Sanità, la processione partirà da piazza della Sanità, proseguirà per via Foria e si concluderà in via Duomo. «Per domenica c’è un po’ di tensione, il momento è delicato - ha concluso Sepe in merito al match promozione -, farò il possibile per vedere la partita».