È Napoli la capitale dei processi di lavoro

Per la sentenza i tempi sono variabili: in Puglia e Calabria occorrono 3 anni, in Piemonte 8 mesi

da Milano

Quasi mezzo milione di processi in materia di lavoro in un solo anno: il dato più recente rilevato dall'Istat segnala che nel 2003 sono stati 451.398 i nuovi procedimenti sull'intero territorio nazionale. In Campania si concentra circa un quarto delle vertenze (113.878) di tutta Italia e la sola provincia di Napoli assorbe un contenzioso pari a quello presente complessivamente in cinque grandi regioni del Nord (Lombardia, Liguria, Piemonte, Emilia Romagna e Veneto). A fare la radiografia dei processi del lavoro è Fiscooggi.it, la rivista on line dell'Agenzia delle Entrate.
La massa più cospicua dei procedimenti riguarda l'assistenza e la previdenza (288.639 processi) mentre per le cause di lavoro vere e proprie le nuove vertenze registrate nel 2003 sono state 162.759. La durata dei processi varia da regione a regione. La media nazionale dei processi in materia di rapporto di lavoro è di circa 2 anni e 4 mesi ma in Piemonte la faccenda si sbriga mediamente in appena 8 mesi, mentre ci vogliono più di 3 anni in Calabria o in Puglia. Sono in media invece più lunghi i processi in materia di assistenza e previdenza e si passa dai circa 11 mesi della Valle d'Aosta ai 3 anni e 9 mesi della Calabria.
In quasi la metà dei casi il ricorrente è donna. Se si confrontano poi i dati dei processi con quelli degli occupati, c'è praticamente un procedimento ogni 54 lavoratori, con picchi che riguardano l'Italia meridionale (in Puglia c'è una causa ogni 14 lavoratori, in Campania ogni 16, in Calabria ogni 17 occupati) e dall'altra le regioni dell'Italia settentrionale (in Trentino Alto Adige c'è di media un processo ogni 432 occupati).
Per quanto riguarda la mole dei processi, la Campania gioca la parte del leone sia per le cause in materia di rapporto di lavoro (31.724) che in quelle riguardanti la previdenza e l'assistenza (82.154). Se spicca il dato di Napoli, dove i giudici del settore lavorano quanto quelli di tutto il Nord, anche il Casertano non è da meno: i processi sul lavoro in questa provincia sono pari a quelli della Lombardia e del Veneto messi insieme.
Ogni 2,6 processi su cento, secondo la media nazionale, il ricorrente è più di uno, ma in Basilicata il dato sale al 45%. Le donne sono circa la metà mentre se si guarda all'età la media nazionale è di 45 anni per le cause di lavoro e di 56 per le vertenze relativi a problemi pensionistici.