Napoli, due bimbe rom si tuffano e annegano trascinate dal mare

Due ragazze nomadi, di 15 e 13
anni, sono annegate a Torregaveta, sul litorale flegreo. Le
ragazze si erano recate a fare il bagno in un tratto di
spiaggia libera. Probabilmente non sapevano nuotare

Napoli - Due ragazze nomadi, di 15 e 13 anni, sono annegate a Torregaveta, sul litorale flegreo. Le ragazze si erano recate a fare il bagno in un tratto di spiaggia libera. Secondo i Vigili del fuoco di Pozzuoli, il mare avrebbe trascinate al largo le ragazze che, non sapendo nuotare, non sono state capaci di tornare a riva.

L'incidente Probabilmente non sapevano nuotare ma non hanno resistito alla tentazione di tuffarsi in mare per fare un bagno. Due ragazzine nomadi di età compresa tra gli 11 e i 13 anni, del campo rom di Secondigliano, sono annegate intorno alle 13.30 a Torregaveta, sul litorale flegreo. Secondo le prime notizie, le due, che erano in compagnia di due minorenni, a detta dei bagnanti, vendevano oggetti sulla spiaggia, quando hanno deciso di tuffarsi in mare. Inutile il tentativo di salvataggio dell’autista del 118 che ha provato a tirare fuori le giovani aiutato da alcuni bagnanti: per le due ragazzine non c’è stato niente da fare. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco, la Guardia costiera e i carabinieri. Le altre due minorenni sono state accompagnate in caserma per l’identificazione.