Napoli, fa i complimenti a una ragazza: ucciso

Una lite finita in tragedia, la
scorsa notte, nel pieno centro di Napoli, dove ha perso la vita Giovanni Tagliaferri (21 anni). Il ragazzo è stato accoltellato per aver fatto alcuni apprezzamenti alle ragazze che
erano in strada

Napoli - Una lite finita in tragedia, la scorsa notte, nel pieno centro di Napoli, dove un ragazzo di 21 anni è morto. Il giovane è stato accoltellato alla gamba. Una lite nata, secondo la polizia, forse per un apprezzamento di troppo ad una ragazza. Tre ragazzi, passeggiavano accompagnati dalle fidanzate quando sono stati avvicinati da altri giovani a bordo di un’auto. Scambio di parole grosse poi il conducente sceso dall’auto è stato ferito ed è morto in ospedale.

Una Pasquetta finita male Insieme ad alcuni amici stava trascorrendo le ultime ore della Pasquetta in auto, ha fatto alcuni apprezzamenti a delle ragazze che erano in strada, ma è stato accoltellato ma è morto. È accaduto a Napoli ieri sera alle 23 in via Cristoforo Colombo, angolo Alcide De Gasperi, nel centro della città. Giovanni Tagliaferri, 21 anni, incensurato, era con altri 4 o 5 amici ma alla vista di tre coppie di altri giovani ha iniziato a fare degli apprezzamenti alle ragazze che erano in strada. Ne è scaturita una lite, il giovane residente via Labriola, lotto K, quartiere Scampia, è stato accoltellato a una coscia ed è morto molto probabilmente dissanguato.

Il referto ospedaliero Il referto ospedaliero parla di una morte conseguente ad un gravissimo shock emorragico per una ferita da punta e taglio alla radice della coscia sinistra. Il coltello usato dall’aggressore non è ancora stato trovato. I tre ragazzi che camminavano a piedi con le fidanzate si sono allontanati subito dal luogo della lite. A riferire quanto accaduto solo gli amici del ragazzo ucciso che abitava in via Labriola, di Scampia.