Napoli, il facile populismo di De Magistris: "Via le auto blu, in giro con motorini elettrici"

Durante la prima seduta del Consiglio comunale, il neo
primo cittadino ha annunciato tagli alle spese di rappresentanza
e alle spese inutili: tagli ai dirigenti esterni e pedonalizzazione del centro storico

Napoli - Stop alle auto blu per gli assessori della giunta comunale di Napoli. Al massimo i componenti della squadra di governo potranno godere del "benefit" di un motorino rigorosamente elettrico. Parola del sindaco Luigi de Magistris. Parlando durante la prima seduta del Consiglio comunale, il neo primo cittadino ha annunciato tagli alle spese di rappresentanza e alle spese inutili.

Via ai tagli a Napoli "Nei prossimi giorni ci sarà l’eliminazione delle auto assegnate agli assessori - ha detto - non avranno più le cosiddette auto blu, ma se vogliono, un motorino elettrico. Altrimenti verranno in ufficio Comune a piedi oppure con i mezzi pubblici. La macchina - ha aggiunto - verrà utilizzata solo quando ci saranno esigenze di servizio e per compiti istituzionali". Forte riduzione, inoltre, degli incarichi esterni dirigenziali: "Voglio valorizzare al massimo le competenze, le professionalità, le energie, la passione e la napoletanità delle persone che lavorano all’interno del Comune di Napoli. Quindi - ha spiegato de Magistris - una razionalizzazione degli incarichi perché dobbiamo risparmiare denaro pubblico". E in materia di difesa dell’ambiente, il sindaco ha anche annunciato una forte pedonalizzazione del centro storico: "Chiuderemo gradatamente intere aree della città al traffico. Non solo per una solo per scelta politica, ma anche perché è un dovere. Il sindaco - ha spiegato - è responsabile cittadino della sanità e a Napoli c’è un aumento di malattie cardiorespiratorie, quindi, è mio compito garantire tutte le condizioni affinché Napoli abbia un’aria pulita". In autunno il centro storico sarà "completamente chiuso al traffico", ma "non con quella chiusura allegra cui certe volte siamo stati abituati. Le deroghe ci saranno solo per chi ne ha effettivamente diritto. Non ci saranno eccezioni per nessuno".