Napoli, indagato il vice di De Gennaro

La magistratura arriva in soccorso dei movimenti antidiscarica. Il generale Franco Giannini, collaboratore di Gianni De Gennaro al commissariato per l’emergenza rifiuti, è indagato per l’ipotesi di reato di smaltimento illecito nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Avellino che ha portato al sequestro dell’area destinata ad ospitare il sito di stoccaggio nel Comune di Savignano. Indagato anche Raffaele Spagnuolo, presidente del consorzio Cosmari, che comprende 44 comuni irpini, per omissione per quanto riguarda le misure di sicurezza antincendio. Il sito dovrebbe ospitare circa 30mila ecoballe del vicino stabilimento di produzione del combustibile da rifiuti, ma i sindaci dei Comuni della zona e le associazioni ambientaliste sostengono che c’è rischio per l’ambiente. Proprio ieri mattina il commissario straordinario Gianni De Gennaro aveva incontrato il presidente della provincia di Avellino e il sindaco di Savignano che peroravano un piano alternativo, mentre le organizzazioni ambientaliste stanno organizzando per il primo maggio una manifestazione di protesta. Pochi giorni di indagine e la Procura ha già ha emesso un decreto di sequestro preventivo di urgenza.