Napoli, una mano spunta dalla sabbia. Assassinato ex assessore scomparso

Il corpo di Roberto Landi, 50 anni, consigliere comunale dell'Udc del Comune di Villaricca (Napoli), scomparso ieri da casa, è stato trovato senza vita sotto la sabbia nella spiaggia di Licola. Era crivellato da tre colpi di arma da fuoco

Napoli - Una mano spunta dalla sabbia della spiaggia di Licola. A notarla è un passante che subito lancia l'allarme. Una scena agghiacciante che ricorda il film "Gomorra". Si scava un po' e sotto un metro di sabbia si trova un cadavere avvolto in un telo. E' il corpo di un ex assessore al Comune di Villaricca, Roberto Landi, 50 anni: era scomparso misteriosamente da casa ieri mattina. Il riconoscimento dei familiari ha confermato l'identità del cadavere. Il corpo era crivellato da colpi di arma da fuoco (almeno tre), a quanto pare di piccolo calibro. Chiara dunque la dinamica dei fatti: l'uomo è stato ucciso e poi seppellito sotto la sabbia. Ma con la mano che spuntava fuori.

Assessore ai lavori pubblici Landi, consigliere comunale dell’Udc, ma con un passato nella Margherita, era stato assessore ai Lavori Pubblici fino allo scorso aprile nell’amministrazione guidata dal sindaco Raffaele Topo. Confluito nell'Udc nell'ottobre 2008, contava di candidarsi alle prossime elezioni provinciali. Di mestiere faceva biologo, anche se da tempo era impegnato in politica: dapprima nella Margherita, poi nella lista civica "Villaricca Democratica", assumendo poi la carica di assessore ai lavori pubblici.