Napoli, oggi arriva il commissario

Un mandrogno all’ombra del Vesuvio, con l’ingrato compito di guidare, da commissario, la federazione più difficile del Partito democratico. Oggi Enrico Morando sbarca a Napoli per rimettere in sesto il Pd locale, devastato dalle inchieste giudiziarie, fortemente condizionato dal presidente della Regione Antonio Bassolino e dal sindaco Rosa Russo Iervolino. Esponenti Pd ormai in rotta di collisione con il segretario Walter Veltroni.
Il neocommissario del Pd sarà a Napoli fino a domani. Farà un primo giro di incontri per capire lo stato di salute del partito e avviare «il nuovo ciclo», chiestogli dai vertici romani dopo le dimissioni del segretario Luigi Nicolais, in polemica con Iervolino. In questi primi due giorni non ci sarà Veltroni. Aveva detto che avrebbe accompagnato il fidato esponente liberal, ma arriverà solo a metà settimana.