Napoli pattumiera d'Italia

Alcuni anni fa un amico napoletano (musicologo di fama), in visita a Milano, mi invitò a pranzo in un ristorante; poiché la sua città in quel periodo era alle prese con montagne di rifiuti, mi sembrò opportuno, quasi doveroso, chiedergli un’opinione in merito. Risposta: «Caro Vittorio, a me dei poveri non importa nulla».
Spiegazione esauriente. Il problema immondizia infatti non riguarda le zone centrali, le più chic, dove tutto è in ordine e ben tenuto perché i signori sono signori, e come tali pretendono di vivere, ma i quartieri popolari, noti al pubblico del cinema perché fanno da sfondo a numerosi film in cui la miseria è spettacolo. Ricordate L’oro di Napoli, tratto dai racconti di Giuseppe Marotta? Quei vicoli affollati di ragazzini e di donne vocianti? Le distese infinite di panni al sole, tipiche dei bassi dove la quantità del bucato esibito è inversamente proporzionale al grado di pulizia degli abitanti?...

Leggi l'editoriale di Vittorio Feltri sul Giornale in edicola