Napoli, rissa finisce in tragedia: accoltellato dopo un incidente

Giuseppe Pizza è stato ucciso a coltellate in via Croce Rossa a
San Giuseppe Vesuviano. Sull’auto del giovane, una Mercedes Classe A, i militari hanno individuato danni
alla carrozzeria dovuti all'incidente

Napoli - Una rissa finita in tragedia tinge di sangue la provincia di Napoli. Questa notte il 28enne Giuseppe Pizza è stato ucciso a coltellate in via Croce Rossa a San Giuseppe Vesuviano. Secondo una prima ricostruzione fatta dai carabinieri, sembra che Pizza - che risulta incensurato - possa essere stato vittima di una lite scaturita per futili motivi legati alla viabilità.

Il ritrovamento del cadavere Intorno alle 1 e 30 di questa notte - spiegano i carabinieri - le guardie giurate che facevano il consueto giro hanno visto un cadavere a terra vicino ad un’auto sul ciglio della strada, in via Croce Rossa a San Giuseppe Vesuviano, e hanno chiamato i carabinieri. A terra i militari hanno trovato il cadavere del giovane Giuseppe Pizza, 28 anni, operaio incensurato, di Piazzolla di Nola, un "bravo ragazzo", con una ferita mortale di coltello al cuore. Il corpo era accanto all’auto, una Mercedes, che aveva qualche ammaccatura. L’ipotesi principale quindi, è che il giovane abbia litigato con qualcuno in seguito ad un incidente stradale e sia stato accoltellato.

I segni del tamponamento Sull’auto del giovane, una Mercedes Classe A, ferma sul ciglio della strada, i militari hanno individuato lievi danni alla carrozzeria probabilmente dovuti alle conseguenze di un incidente stradale. E' plausibile, sostengono i militari dell’Arma, che dopo lo scontro sia scaturita una lite finita con l’accoltellamento e la morte del giovane.