Napoli tranquillo: c’è la Reggina

Neanche il tempo di riprendere fiato e metabolizzare la domenica appena trascorsa, che il calcio italiano torna in campo per un turno infrasettimanale dai contenuti importanti. Stasera va in scena il campionato cadetto e ci sono un paio di quote niente male che ci sentiamo di consigliarvi. La base è il successo interno di un Parma, finalmente rilanciato dalla cura Guidolin, contro la Triestina, che a livello di organico non sembra reggere il confronto. 1,60 la quota dei ducali, che visti domenica a Mantova, non dovrebbero faticare a chiudere la pratica. Per un multiplo «sicuro» consigliamo di aggiungere la vittoria a 1,45 del Vicenza in casa contro un Modena derelitto e quella interna della matricola terribile, il Sassuolo, contro l'Empoli, che Snai offre a 2,40.
Domani, sempre di sera, gioca la serie A, ed il campionato più equilibrato del secolo, tornerà protagonista con una sfida fondamentale per chiarire le gerarchie. Fiorentina-Inter ha tutti gli elementi per un duello affascinante. L'Inter è reduce dalla mezza «stecca interna» contro il Genoa, mentre i viola sono tornati alla ribalta dopo il colpo nella tana del Palermo. Pronostico quindi difficile e partita da tripla, con i padroni di casa offerti a 3,10, così come il pareggio e Inter favorita a 2,25. Pistola alla tempia, ci affidiamo alla divisione della posta.
Come base consigliamo il successo a 1,65 del Genoa in casa sul pur valido Cagliari, in ripresa dopo la convincente vittoria contro il Chievo, poiché il Grifone a Marassi è un rullo compressore. Il Napoli a 1,40 dovrebbe battere la Reggina ed il Milan a 1,22 il Siena, anche se questa non sarà una passeggiata. Profumano di pareggio Catania-Udinese il cui segno «X» è offerto a 2,90, Bologna-Juventus a 3,30 e Torino Atalanta a 3,10, con una leggera preferenza per gli orobici, dopo la bella prestazione contro il Milan.
Come sorpresa giocheremo il successo esterno a 4,50 della Sampdoria contro una Roma in grande crisi, largamente sconfitta a Udine. Cassano potrebbe così finalmente consumare la sua personale vendetta.