Napoli, trovato cadavere di neonato in un canale

Il corpicino senza vita è stato ritrovato in un laghetto di Camposano, a Nola

Napoli - Il cadavere di un neonato è stato trovato in un laghetto del Napoletano. Il fatto è accaduto a Camposano, nel Nolano, dove, in una piccola pozza d’acqua, le forze dell’ordine su indicazioni di alcuni cittadini hanno ritrovato il cadavere del neonato. È di sesso maschile e di pelle bianca il corpino del bambino ritrovato nel canale. I carabinieri ancora non sono risaliti al’età del piccolo, ma si tratterebbe di una vita spezzata dopo pochi mesi. I militari stanno cercando i genitori del bambino per capire in che modo sia morto il neonato.

L'allarme Due voci anonime, un ragazzo e una ragazza, in un’unica telefonata hanno avvertito intorno alle ore 14,30 il 112 che nel canale c’era il cadavere di un bambino. Per il momento non è stato ancora stabilito se il corpicino appartenga a un feto o un bambino appena nato. Il cadaverino era deformato, gonfiato dall’acqua. Quasi certamente è stato gettato nel canale altrove: sarebbe stata la corrente a farlo ritrovare in via Polimeno, in una zona scarsamente frequentata dai passanti.

Lanciato da un ponticello Il neonato è stato probabilmente lanciato da un ponticello, da un'altezza di quattro-cinque metri, ed è finito nel piccolo corso d'acqua che attraversa la campagna. Il medico legale ha constatato che il cordone ombelicale è stato tagliato e ha ipotizzato inoltre che la morte risalga al massimo a 24 ore prima del rinvenimento. Solo l'autopsia, che è stata disposta dalla procura di Nola, potrà stabilire se il neonato sia stato gettato nel "lagno" quando era ancora in vita. I carabinieri stanno concentrando le indagini nei comuni vicini alla zona del ritrovamento.