Napoli Vendeva le figliolette per cinque euro

Tre figliolette e le vendeva per 5 euro. Gli altri due fratellini, assistevano agli stupri delle sorelline. Non c'è un orco in questa storia di orrori domestici ma una orchessa, la madre delle piccole vittime, tre bambine che oggi hanno rispettivamente, 10 e 12 e 13 anni ma all'epoca delle violenze ne avevano due di meno.
Scenario dell’orribile storia, Afragola, centro a nord di Napoli, tra i più degradati, dominati dalla camorra e dalla disoccupazione.
Ogni giorno, nella casa situata alla periferia della città, (o in un capannone vicino), era un via vai di uomini. L'orchessa dava il «buon esempio» prostituendosi a sua volta, per pochi euro. La donna è stata arrestata con 5 uomini (tra cui uno zio delle piccole vittime), ma a finire in manette è solo una parte degli aguzzini che hanno violentato le bambine. Tre di questi 5 pedofili sono fratelli. La Procura, tuttavia, sospetta che il giro fosse ben più ampio.
La madre incassava il denaro, per le «cose sporche», come le bambine definivano i loro incontri con i maniaci. Un'assistente sociale ha scoperto quello che avveniva nella casa degli orrori grazie alle confidenze di una delle bimbe. Adesso, insieme coi fratellini, sono stati affidati ai servizi sociali.