Napoli, violenza sessuale su un 12enne in centro

Caccia allo stupratore con un identikit: sarebbe un uomo tra i 40 e i 50 anni con capelli e barba brizzolati. Il ragazzino, ricoverato in ospedale, è stato avvicinato in un vicolo dietro piazza Poderico. La violenza per strada 

Napoli - È caccia al responsabile di una violenza sessuale consumata ieri sera ai danni di un 12enne. Sarebbe stato attirato con un pretesto in un vicoletto vicino a piazza Poderico, non lontano dalla stazione centrale di Napoli, dove è stata consumata la violenza. Il ragazzino ha riportato lacerazioni e contusioni ed è stato ricoverato all’ospedale pediatrico Santobono con una prognosi di 7 giorni. Sull’episodio indaga la squadra mobile. Il fatto è accaduto poco dopo le 20.30 di ieri.

Identikit L’autore della violenza, ricercato in queste ore dalla polizia, è un italiano, dall’età apparente compresa tra i 40 e i 50 anni, con capelli e barba brizzolati. Il ragazzino ha raccontato al papà che lo ha accompagnato in ospedale per le cure di essere stato avvicinato dall’uomo che prima gli ha chiesto dei soldi e poi lo ha bloccato e trascinato in un vicoletto adiacente dove è stata consumata la violenza.

Forse un clochard Nelle vicinanze del luogo dove è avvenuto lo stupro la polizia ha trovato anche delle bottiglie di vetro rotte e si sta verificando se siano state utilizzate per compiere la violenza sessuale. Lo stupratore, un uomo che adesso nella zona di piazza Nazionale definiscono un barbone, sarebbe conosciuto in quanto fino a poco tempo fa dormiva in un’auto poco distante dal posto dove è avvenuta la violenza.