Arrestato, evade dai domiciliari: preso due volte in un giorno

Un 26enne di Ercolano in provincia di Napoli è stato fermato perché sorpreso a tentare di forzare una saracinesca e poi perché evade dai domiciliari

Arrestato due volte in un giorno. Prima lo scoprono mentre tenta di forzare una saracinesca e lo prendono, poi i carabinieri lo trovano in strada nonostante lo avessero lasciato, qualche ora prima, ai domiciliari.

Protagonista dell’episodio è stato un 26enne di Ercolano, in provincia di Napoli. Il giovane, già noto alle forze dell’ordine, era stato sorpreso dai militari della stazione del centro dell’hinterland vesuviano mentre armeggiava in maniera sospetta nei pressi di un capannone. I carabinieri, notato quanto stava accadendo, sono immediatamente intervenuti e lo hanno scoperto a tentare di forzare la serranda del locale che ospitava, in passato, una concessionaria.

Non è stato facile bloccare il 26enne che, brandito un coltello, ha minacciato i militari. Nonostante la sua resistenza, i carabinieri sono riusciti a bloccarlo e ad arrestarlo; dopo le formalità di rito, l’uomo è stato trasferito in casa sua al regime degli arresti domiciliari.

Ma la giornata, evidentemente, non poteva finire così. Qualche ora dopo, infatti, i carabinieri se lo sono ritrovati di fronte ancora una volta. Era uscito da casa, violando così le prescrizioni dei domiciliari. E gli hanno stretto, di nuovo, le manette ai polsi. Questa volta con l’accusa di evasione. Sarà giudicato per direttissima.