Asse Melito-Mugnano-Scampia, immondizia e amianto nella discarica a cielo aperto

Lungo la carreggiata, dove circolano le autovetture, si trovano rifiuti di ogni genere: carcasse di automobili incendiate, immondizia e perfino lastre di eternit, dannose per la salute pubblica

È oramai una discarica a cielo aperto l’asse perimetrale Melito-Mugnano-Scampia, alla periferia della città di Napoli. Lungo la carreggiata, dove circolano le autovetture, si trovano rifiuti di ogni genere, carcasse di automobili incendiate, immondizia e perfino lastre di eternit, il pericoloso amianto dannoso per la salute pubblica.

A denunciare lo scempio su una delle arterie più trafficate del Napoletano è il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. “Siamo sempre più preoccupati delle condizioni dell’asse perimetrale Melito-Mugnano-Scampia – afferma l’esponente politico – che oramai ha assunto le sembianze di una discarica a cielo aperto. C’è di tutto, dalle carcasse di automobili bruciate all’amianto. Oramai la strada ha assunto i connotati di una vera e propria bomba ecologica. Occorre intervenire al più presto con un’opera di bonifica”.

Borrelli è intervenuto coinvolgendo le istituzioni territoriali. “Abbiamo inviato una nota alla Città Metropolitana di Napoli – continua il consigliere regionale – per chiedere un intervento straordinario di bonifica. Come denunciamo da tempo le strade a scorrimento veloce della zona a nord di Napoli stanno diventando una delle principali criticità legate al fenomeno dei roghi tossici e dello sversamento illegale di rifiuti. Occorre una presa di posizione forte da parte dei gestori nel fare in modo che gli assi viari non si trasformino in vere e proprie discariche, con rischi altissimi per la salute pubblica”.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?