Atto vandalico all’ospedale San Giovanni Bosco: vetri rotti e porte forzate

Da tempo gli operatori del nosocomio napoletano chiedono alle istituzioni di prevedere un presidio di polizia permanente all’interno della struttura ospedaliera

Ancora oggetto di atti vandalici l’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli. All’alba è stata rotta una finestra e sono state forzate le porte degli ambulatori. A scoprire il raid commesso da alcuni balordi, le guardie giurate, che alle sei del mattino si sono trovate di fronte allo scempio.

Durante la notte ignoti hanno mandato in frantumi il vetro dei locali che ospitavano il bar, ora sotto sequestro perché appartenente ai clan della camorra, e distrutto la serratura dell’accesso all’area della direzione.

Da tempo gli operatori del nosocomio napoletano chiedono alle istituzioni di prevedere un presidio di polizia permanente all’interno della struttura ospedaliera. Anche se la guardiania è stata implementata, occorrono più risorse per un ospedale che serve un bacino d’utenza notevole.

Alcune settimane fa, sempre all’interno del San Giovanni Bosco, fu allagato un intero reparto. Per portare a termine l’azione furono forzate delle porte antincendio, intasati i servizi igienici e aperti al massimo getto i rubinetti.