Autobus della Ctp in fiamme nel deposito di Arzano: autista intossicato dal fumo

Il mezzo era in servizio sulla tratta Napoli-Caserta, una delle più affollate, che raccoglie un notevole numero di utenti, soprattutto lavoratori e studenti

Rientrato dal servizio notturno, da poco era stato parcheggiato nel deposito della Ctp, la compagnia dei trasporti pubblici di Napoli, quando improvvisamente ha preso fuoco. Ad accorgersi del fumo e delle fiamme che provenivano da un autobus di linea lo stesso autista, che nel tentativo di intervenire per spegnere l’incendio è rimasto intossicato, finendo al pronto soccorso.

Il mezzo era in servizio sulla tratta Napoli-Caserta, una delle più affollate, che raccoglie un notevole numero di utenti, soprattutto lavoratori e studenti che hanno bisogno di trasferirsi da una provincia all’altra. Su posto si sono recati i vigili del fuoco e le forze dell’ordine. Da una prima ricostruzione sembrerebbe che l’autobus si sia incendiato per un guasto all’impianto elettrico.

Gli stessi dipendenti della Ctp avrebbero segnalato in passato alcune anomalie riscontrate sul mezzo pubblico. Sulla vicenda è intervenuto il presidente della commissione trasporti del Comune di Napoli, Nino Simeone. “Invece di pensare a fare promozioni – ha detto – i vertici dell’azienda dovrebbero provvedere a mettere in sicurezza i pochi mezzi mezzi in strada.

Su quel bus era stato segnalato un guasto e non opportunamente sistemato? Adesso chi pagherà i danni? Qualcuno ai piani alti di Ctp dovrà dare spiegazioni”. Dura anche la reazione del sindacato. “Purtroppo – ha spiegato il sindacalista della Faisa-Cisal, Franco Falco – il parco autobus delle aziende dei trasporti pubblici è fatiscente. Questi episodi sono più frequenti quando non si fa una manutenzione adeguata”.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

Commenti

baronemanfredri...

Gio, 29/08/2019 - 18:35

POTEVANO METTERE I CLANDESTINI AD AGGIUSTARE GLI AUTOBUS O FARE LE RONDE LA SERA MAGARI COME A PALERMO L'IMBELLE SINDACO DIRA' CHE LA MALAVITA E' STATA SCONFITTA DAI CLANDESTINI, COSI' COPIA COMA A SCUOLA DE MAGISTRIS.

LucaLiv

Gio, 29/08/2019 - 21:14

Barone non si preoccupi, per quanto riguarda il punto 1, in alcune parti d'Italia talune società (vedasi anas) stanno già provvedendo, e si vedono anche i risultati!!!