Cane in difficoltà soccorso alla stazione dalla Polfer

L'animale si aggirava all'esterno della stazione napoletana. Intanto a Battipaglia, nel Salernitano, è stata salvata una volpe

Infreddolita e spaventata, gli agenti della Polfer soccorrono una cagna smarrita nell’area della stazione ferroviaria di Napoli Centrale. L’intervento dei poliziotti è stato decisivo a salvare l’esemplare di pastore tedesco che si aggirava attorno allo scalo ferroviario nel centro del capoluogo campano. Gli agenti, soccorso l’animale, lo hanno portato prima all’interno dei loro uffici nella stazione e quindi hanno provveduto a rifocillarla, offrendole cibo e acqua.

Intanto i poliziotti avevano chiesto l’intervento del personale veterinario dell’Asl napoletana che hanno raggiunto gli agenti e visitato la cagna. L’animale è stato sottoposto ad accurate visite e hanno disposto il ricovero: le sue condizioni sono in miglioramento. Quindi, veterinari e agenti, hanno scoperto che il cane aveva un microchip. Adesso sono partite le ricerche per rintracciare i proprietari della cagna e capire cosa sia accaduto e come sia stato possibile che questa si sia allontanata.

Ma non si tratta dell'unica operazione di soccorso nei confronti degli animali da parte degli agenti della Polizia ferroviaria campana nelle scorse ore. Se a Napoli è stata soccorsa una cagna, nel Salernitano i poliziotti hanno salvato la vita a una volpe ferita sui binari.

I fatti si sono svolti nell'area della stazione di Battipaglia, in provincia di Salerno, è stata soccorsa la volpe. L’animale era rimasto ferito a una zampa, incapace di muoversi e giaceva sui binari; evidentemente era stata attinta da un treno in transito. Sono stati i passeggeri e i viaggiatori a lanciare l’allarme, chiedendo i soccorsi per la volpe sfortunata. Gli agenti della Polfer sono riusciti a intervenire subito, a rimuovere l'esemplare dai binari salvando l’animale. Impossibilitato a qualsiasi movimento a causa della ferita riportata alla zampa, infatti, l'animale rischiava seriamente di essere travolto e ucciso dai convogli che attraversano la fitta circolazione mattutina dei treni nello scalo della provincia salernitana.

Sul posto, anche in questo caso, sono intervenuti i veterinari dell’Azienda sanitaria locale. I sanitari salernitani hanno calmato la volpe, comprensibilmente esasperata dallo spavento, e le hanno fornito le prime cure del caso. Quindi sono giunti sul posto i volontari dell’Ente Nazionale per la Protezione degli Animali che hanno curato il trasferimento dell’animale presso l’ospedale veterinario Frullone di Napoli. La volpe è stata portata al centro di recupero animali selvatici dove sarà curata dai medici veterinari specializzati.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?

Commenti

Divoll

Ven, 22/11/2019 - 00:13

Due angeli salvati da altri angeli...