Camion dei rifiuti perdono liquami, scattano le denunce

Controlli dei carabinieri allo Stir di Giugliano, in provincia di Napoli. Scattano le denunce per dieci autisti e cinque amministratori delle ditte di trasporto rifiuti

I camion in fila allo Stir di Giugliano perdono liquami, scattano le denunce da parte dei carabinieri. I fatti si sono registrati nell’area dello stabilimento di tritovagliatura e di imballaggio rifiuti di Giugliano in Campania, nella provincia a nord del capoluogo campano di Napoli.

Nei pressi dei cancelli dello stabilimento s’era formata una colonna di ben ottantadue mezzi pesanti, tutti provenienti dall’hinterland partenopeo, in attesa di scaricare rifiuti che poi avrebbero dovuto essere lavorati nell'impianto dello Stir. I militari inquadrati nella sezione Radiomobile della locale compagnia dell'Arma, impegnati nei consueti controlli a contrasto dei reati ambientali, hanno proceduto al controllo degli autocompattatori per verificare eventuali irregolarità.

E così hanno scoperto che dieci mezzi pesanti perdevano notevoli quantità di liquami, probabilmente percolato, dai loro carichi. I carabinieri, dunque, hanno deciso di sanzionarli. E hanno proceduto a verbalizzare una vera e propria raffica di denunce. Sono finiti nei guai dieci autisti, insieme ai cinque amministratori unici delle ditte per conto delle quali questi curavano il trasporto rifiuti. Tutti sono stati denunciati con l’accusa di sversamento illecito di rifiuti.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?